Cambiare Lavoro a Qualunque Età: 25 Consigli per Ricominciare e Cambiare Vita

In un qualunque momento della tua vita può capitare che l’impresa per la quale lavori chiuda a causa della crisi economica, o che ti licenzi, nonostante gli anni impiegati a lavorare fedelmente e con impegno.

Oppure, può anche capitare che il lavoro che stai svolgendo non ti piaccia più, e che tu senta la necessità di cambiare lavoro e ricominciare.

Che ci si trovi in una situazione oppure nell’altra, ricominciare da zero quando si hanno 30, 40 o 50 anni fa sorgere spontanea una domanda: come fare a reinventarsi, a cambiare lavoro e a cambiare vita?

Ricominciare da capo non è mai semplice, soprattutto se non si hanno più 20 anni: cercare lavoro dopo essere appena usciti dal liceo o dall’università, anche se spaventa, è un’avventura, l’inizio della propria vita.

Al contrario, perdere il lavoro (o licenziarsi, perché no?) quando si è in età più avanzata e si credeva di avere tutte le certezze per vivere serenamente può spaventare un po’ di più.

Non scoraggiarti, però! In questo articolo voglio darti qualche consiglio per aiutarti a ricominciare da capo  e reinventarti!

Continua a leggere la mia guida e i consigli per ricominciare da zero, vedrai che troverai in questo elenco qualche idea e qualche spunto che sarà di ispirazione per la tua nuova vita.

I consigli per reinventarsi un lavoro

Come promesso, qui di seguito troverai alcune idee per cambiare lavoro, ricostruendoti delle opportunità lavorative indipendentemente dalla tua età.

Certo, nel leggere queste idee dovrai tenere in considerazione alcuni fattori: potresti trovarti in due situazioni, infatti, ossia quella del dipendente che si è trovato, suo malgrado, senza un’occupazione, oppure del lavoratore che non è più soddisfatto e vuole mettersi in gioco.

Dunque seleziona i punti che si adattano alla tua situazione. Sei pronto?


Studia il mercato del lavoro


Il primo consiglio è quello di esaminare e cercare di capire come funziona il mercato del lavoro oggi.

Questo significa capire quali sono le figure che hanno più opportunità di essere assunte e in quali tipologie di realtà lavorativa: come puoi formarti in modo da essere spendibile?

Poniti tali quesiti e chiediti si le risposte che ti sei dato possono aiutarti a crearti una nuova professionalità, cercando di individuare punti di forza e di debolezza su cui lavorare del tuo “portafoglio professionale”.


Analizza le tue competenze


Naturalmente devi anche concentrarti e raccogliere le idee circa le competenze in tuo possesso.

Ciò ti serve per controllare la presenza di qualche vuoto che va colmato, in particolare in funzione della professione che vuoi che diventi la tua: sia nel caso in cui decidessi di avviare un’attività imprenditoriale di successo, mettendoti in proprio, sia che tu stia cercando di essere assunto per poi lavorare per un’azienda diversa dall’ultima, è davvero importante accumulare e studiare il maggior numero di informazioni sulle svariate certificazioni che dovresti avere o che dovrai conseguire per qualificarti.


Mettiti in proprio


Magari hai una buona carriera alle spalle, nel corso del tempo hai sviluppato delle competenze e l’idea di tornare un’altra volta a fare il dipendente non ti piace tanto.

Le tue capacità potrebbero essere messe a reddito con una libera professione o un lavoro in proprio, non trovi?

Se si, dai uno sguardo a queste risorse perché ti saranno sicuramente di aiuto:


Studia


A tal proposito ecco un consiglio che non tutti vorrebbero sentirsi dare: studia! Arrivare a 30, 40 o 50 anni e doversi rimettere a studiare può essere un ostacolo non indifferente, ma anche uno stimolo.

Hai perso il lavoro o vuoi cambiarlo? Poco importa: per avere chance di successo e un futuro gratificante è necessario studiare.

Non importa se desideri trovare un lavoro identico a quello che hai perso o se vuoi lanciarti in uno nuovo: la formazione è fondamentale per essere assunti. Ci sono moltissimi corsi dedicati ai disoccupati.

Se il tuo obiettivo, poi, è quello di ricoprire la stessa mansione del passato, a tuo favore gioca anche l’esperienza: somma i tuoi anni di lavoro passato e le competenze già a conseguite in anni di lavoro alle competenze acquisite grazie a corsi di formazione e la tua candidatura diventerà davvero appetibile!


Aggiorna le tue competenze


Un consiglio che si allaccia al precedente, e che ho già accennato, è quello di studiare ed aggiornarsi in merito alle proprie competenze di lavoro, qualora si volesse restare nel proprio ambito.

Potresti avere una certa esperienza maturata sul campo, ma non conoscere gli ultimi programmi o le ultime novità nel tuo settore: informati su eventuali corsi di aggiornamento che potranno arricchire il tuo curriculum, aiutandoti a trovare un lavoro che ti piace.


Aggiorna il tuo curriculum vitae


Sulla base di quanto appena detto, ti consiglio di esaminare e cercare di aggiornare nel modo migliore possibile il tuo cv, in quanto esso rappresenta il tuo biglietto da visita.

Inoltre, se lavori da molti anni nella stessa azienda, potresti non averlo aggiornato con costanza, ricordando di segnalare le promozioni, le nuove competenze acquisite e così via.


Cura il tuo profilo online


Ovviamente il curriculum non è l’unica arma a tua disposizione, nell’era di internet e dei social, per farti trovare dalle aziende.

E’ fondamentale aggiornare i propri profili online e cercare di analizzarli anche “come esterni”, tramite delle ricerche su se stessi, per capire quale può essere l’impressione che si dà a chi consulta il profilo.

Linkedin, ma anche Facebook e gli altri canali social, sono delle alternative molto sfruttate per trovare lavoro e farsi conoscere.

Quindi, dopo aver riscritto il tuo cv, ricordati di aggiornare anche questi portali, o di iscriverti se non ci sei ancora!


 Effettua un bilancio della tua carriera


Per fare quanto appena consigliato è un’ottima cosa sedersi e riflettere, facendo un bilancio della propria carriera passata, cercando di capire quali sono stati i vari step del tuo passato lavorativo e cosa ti ha soddisfatto e che cosa invece no.


Redigi una lista dei tuoi successi professionali 


Per rendere completo il tuo bilancio è opportuno che tu dedichi qualche minuto del tuo tempo per elaborare una lista dei tuoi successi professionali (oltre che delle fasi negative), in modo da trarre il meglio dall’immagine che ne deriva: anche gli errori vanno sottolineati, perchè da essi si ha moltissimo da imparare.


Cerca l’ispirazione


In tutto questo non può mancare una bella dose di ispirazione di carica nei confronti del percorso che stai per intraprendere.

A motivarti potresti essere tu stesso e la voglia di rimetterti in gioco, oppure un’altra persona il cui percorso può essere fonte di ispirazione per il tuo futuro.


Trasforma il tuo hobby in un lavoro


Se dal tuo esame e dal tuo bilancio emerge che non ti senti ispirato né all’altezza di effettuare lavori simili al vecchio, allora potresti pensare di intraprendere una via più gratificante, ossia quella grazie a cui puoi guadagnare grazie alle tue passioni.

Ti piace cucinare? Potresti valutare di aprire un home restaurant oppure un vero e proprio agriturismo.

Ami cucire? Perchè non puntare su un e commerce? Non puoi nemmeno immaginare quanti modi esistono per guadagnare online grazie a ciò a che ci piace fare di più!

Tra questi troviamo la possibilità di aprire un blog e scrivere articoli e testi su commissione, di cucire abiti e creare bomboniere, scattare fotografie… Via all’inventiva, insomma.


Metti a fuoco i tuoi obiettivi


Per fare quanto appena consigliato (o, più semplicemente, per capire cosa vuoi fare e chi vuoi essere) è importante mettere a fuoco i propri interessi e i propri obiettivi: quali traguardi vuoi raggiungere? Dove ti vedi tra un anno?

L’introspezione è basilare in un percorso come quello stai intraprendendo, onde evitare di trovarsi di nuovo incatenati ad un lavoro che non si ama.

E quindi a cosa punti? A un salario maggiore? Ad avere più tempo per te e per la tua famiglia, o per i tuo hobby? Vuoi essere più stimolato sul lavoro, o vuoi avere più o meno responsabilità?

Queste domande ti aiuteranno a capire su quali campi concentrarti mentre sei impegnato a reinventarti un lavoro.


Cerca un tutor, un mentore, che ti guidi


Se capire i passaggi del punto precedente ti mette in difficoltà, sappi che esistono figure professionali apposite per guidare chi è in crisi con la ridefinizione del proprio futuro professionale.

Si tratta dei mentor, professionisti in grado di aiutarti a capire i tuoi punti di forza e darti consigli.

E’ una vera e propria scuole in cui apprendere molto su se stessi e sulle proprie possibilità di carriera.


Sfrutta eventuali risorse economiche


Se hai la “fortuna” di avere diritto ad sussidio di disoccupazione (la Naspi) oppure di avere un cospicuo Trattamento di Fine rapporto, è bene che tu stabilisca come e se gestirlo per potenziare le tue competenze e trovare un lavoro, oppure se investirlo nell’apertura di un’attività imprenditoriale.


Organizzati e fai ordine


Devi anche liberare la mente e cercare di fare ordine dentro di te per capire cosa desideri fare del tuo futuro.

Approfittane per fare ordine anche nel tuo computer, potresti trovare qualcosa che avevi scordato e che potrebbe tornarti utile (documenti, contatti…)


Sfrutta la tua rete di conoscenze


… E se facendo ordine dovessi trovare davvero qualche contatto utile a ricominciare da zero, sfruttalo!

Supera la timidezza a fai fruttare la tua rete di contatti e conoscenze, mettendo in giro la voce che stai cercando un nuovo lavoro o dei nuovi clienti.


Sogna! 


Fai una lista di tutto quello che ti viene in mente, dalle idee per ripartire da capo, nomi e numeri di contatti che potrebbero tornarti utili e idee che ti piacerebbe mettere in atto.

Non lasciare nulla al caso, non trascurare nulla e non dare niente per scontato!


Sii sincero con te stesso


In tutto questo, non sforzarti di esagerare, mettendo troppa carne al fuoco. Pensare in grande vuol dire anche selezionare: selezionare gli obiettivi, le ambizioni  e i progetti su cui investire energie.

Se qualcosa non ti convince mettilo da parte per un piano B.


Ritrova il tuo entusiasmo


Metti in tutto quello che stai facendo un bel pizzico di entusiasmo e motivazione a continuare la tua strada.

Vivi il cambiamento come una chance di ricominciare e stupire te stesso e gli altri, e quindi…


…Non scoraggiarti


Bando allo sconforto, cerca di circondarti di energia positiva e persone positive e che credono in te e in ciò che vuoi fare.

Cambiare lavoro (per scelta o dovere) è una fase delicata, per questo ti consiglio di non trascurare nulla e di stringere molti contatti e non lasciare nulla al caso.

Un atteggiamento negativo è il primo passo per vanificare ogni sforzo.


Dimostra spirito di adattamento


Allo stesso tempo ti consiglio di non essere troppo schizzinoso: l’ambizione è un’ottima cosa, ma va dosata. Chi ti circonda saprà apprezzare la tendenza al cambiamento, soprattutto se sinora hai sempre ricoperto lo stesso ruolo.

Quindi cerca di non fossilizzarti sul vecchio lavoro come modello a cui ispirati , ma on puntare nemmeno troppo lontano (non subito, almeno).

L’equilibrio è la strada per ottenere successo: dunque non rifiutare un’opportunità solo perchè è un lavoro stagionale o part time, potresti vedersi chiudere una porta che poteva aprirti nuove strade.


Non lasciare che la tua età costituisca pregiudizio


Se hai un’età avanzata (e purtroppo dai 30-35 anni in poi l’età sul mondo del lavoro può essere un ostacolo in più da sormontare), cerca d dimostrare quanto vali e quanto hai da dare.

Ad un colloquio non parlare di pensione o speranze connesse a trovare un impiego giusto per “pagare i contributi restanti”. mostrando lo svilimento per essere stato strappato dalla tua strada già segnata e quasi al termine!


Cura il tuo look


Ti sembra futile? In realtà l’abito fa il monaco! Se vuoi dare un’idea di te come di una persona intraprendente e pronta a ricominciare a metterti in gioco dovrai rinunciare al gilet e alla barba incolta o all’abbigliamento datato.

La prima impressione, al colloquio, è molto importante!


Smentisci il pregiudizio sull’età


Dimostra che avere 50 anni non vuol dire essere meno validi, non solo con un abito adatto  e magari acquistato per l’occasione, ma anche focalizzando l’attenzione sulla tua grinta e su ciò che puoi offrire al datore di lavoro e alla sua azienda, cercando di valorizzare la tua esperienza e magari anche lo sforzo di esserti rimesso a studiare per professionalizzarti ed aumentare le tue competenze!


Trova un secondo lavoro


Mentre sei alla ricerca della tua strada, cercare di aumentare la tua esperienza con un lavoretto, anche se poco remunerativo, potrebbe essere un modo sia per dimostrare che hai voglia di lavorare, sia per arricchire il tuo cv, sia e per avere qualche soldo in più per investire sulla tua formazione.


Vai a vivere all’estero e cambia vita!


Hai mai pensato che, come per i giovani, l’estero potrebbe essere una manna da cielo? Ci sono moltissimi Paesi, in Europa e non, che possono offrirti opportunità di lavoro e di investimento (se vuoi aprire un’azienda) che potrebbero fare al caso tuo!

Informati e cerca lo Stato che potrebbe offrirti di più! Se vuoi qualche spunto, leggi la guida su 15 Paesi per cambiare vita, chissà che tu non possa trovare la tua strada!


Credi in te stesso


Ultimo, ma non ultimo, credi in te stesso e lascia che gli altri ti aiutino e ti supportino. Questo è fondamentale perchè tu possa raggiungere il successo  e trovare un lavoro anche se hai 40 o 50 anni!


Conclusioni

Cambiare vita a 30, 40 o 50 anni non è troppo diverso da cambiare vita da più giovani: non lasciare che i pregiudizi ti frenino e affronta il cambiamento con ottimismo, organizzando le tue risorse.

Non lasciarti abbattere dal fatto che la concorrenza è spietata e che ci sono moltissimi giovani da impiegare, tu hai le risorse e le competenze, oltre che l’esperienza, per farcela.

Elabora una strategia e cerca delle soluzioni per trovare un impiego gratificante e a te congeniale: credici per primo  e impegnati al massimo, il tuo futuro ti aspetta!

Ulteriori risorse utili

Il mio articolo ti è stato utile, ma vorresti approfondire alcuni argomenti ed alcune idee? Ho selezionato per te alcuni degli articoli collegati a questo argomento, sperando che tu possa trovare qualche altra idea e spunto per ritrovare idee, entusiasmo e la voglia di rimetterti in gioco!

Buona lettura su Affari Miei!

mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.
mm
Wealth Hacker
Fondatore di Affarimiei.biz nel 2014. Laureato in Giurisprudenza, da sempre divoratore di libri e divulgatore sul web in campo economico e finanziario. Principali passioni: business, finanza personale e investimenti.

LASCIA UN COMMENTO